Responsible Sourcing and Distribution 2017

Stabilire relazioni eque, trasparenti e leali con partner commerciali affidabili e responsabili consente al Gruppo di offrire prodotti di altissima qualità a clienti e consumatori.

copertina-sourcing_new.jpg

Approvvigionamento responsabile

L’attenzione del Gruppo a garantire e sviluppare corrette pratiche di business non si esaurisce nel perimetro delle nostre attività e BU, ma si estende anche ai fornitori e distributori. Campari Group infatti si impegna sempre di più a rendere l’approvvigionamento responsabile una pratica integrante dei suoi processi. Un approvvigionamento sostenibile e trasparente da partner commerciali che a loro volta condividono i medesimi valori è una condizione necessaria a garantire prodotti di elevata qualità e sicurezza, creando valore nelle economie locali. Nel 2017 la funzione Global Procurement ha ampliato il numero di fornitori sotto la sua area di competenza, fino a ricomprendere i Non Product Related Suppliers, ovvero i fornitori di materiali tipicamente non riconducibili al prodotto con un conseguente aumento dei sottoscrittori del Supplier Code. Preme ricordare che dal 2012 il Gruppo si impegna a divulgare il Supplier Code tra i suoi fornitori richiedendone la relativa sottoscrizione. A loro volta, sarà responsabilità dei fornitori sottoscrittori verificare la conformità a tali principi nelle rispettive catene di fornitura. I valori etici contenuti nel Codice e che si applicano ai fornitori e ai loro dipendenti, sono gli stessi principi che ispirano l’attività di Campari Group:

 

1-resp-sourcing.jpg

 

Con l’obiettivo di adattare il documento alle nuove realtà aziendali, è stata realizzata una nuova versione del Supplier Code che sarà pubblicata e implementata nel corso del 2018 e che verrà nuovamente proposta alla firma dei fornitori nel corso del 2018. Inoltre, la nuova Politica su dipendenti e diritti umani, ispirata alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite (ONU) e alle Convenzioni dell’Organizzazione nazionale del lavoro (ILO), si rivolge ora anche ai partner commerciali di Campari Group. L’adesione del Gruppo a Sedex (Supplier Ethical Data Exchange) rappresenta un ulteriore passo in avanti nella gestione responsabile e trasparente della catena di fornitura. Sedex rappresenta la più grande piattaforma collaborativa al mondo attraverso cui gli utenti iscritti riferiscono e condividono le proprie pratiche commerciali relative alle quattro seguenti aree chiave:

  • Normativa del lavoro
  • Salute e sicurezza
  • Ambiente
  • Etica di business

Durante l’anno si è puntato a coinvolgere nel programma Sedex prevalentemente i fornitori di materiali diretti, ai quali è stato chiesto di registrare nella piattaforma i propri siti produttivi e condividere le principali informazioni relative alle suddette aree chiave. Ad oggi risultano registrati su Sedex 345 siti produttivi di fornitori Product Related e Non Product Related da cui il Gruppo si rifornisce, con una previsione di ampliamento nel corso dei prossimi trimestri. Con l’obiettivo di ridurre il proprio impatto ambientale anche lungo la catena di fornitura, Campari Group, in condizioni di parità con altri parametri commerciali (e.g. competitività, qualità e disponibilità dei materiali), è alla continua ricerca di opzioni di approvvigionamento locale.

Logistica e distribuzione sostenibile

Definire un sistema di trasporto merci sostenibile che veda tutti gli operatori coinvolti operare responsabilmente ha certamente un impatto ambientale rilevante. Campari Group ha così continuato anche nel 2017 a sviluppare ulteriormente le principali innovazioni di distribuzione sostenibile dei propri prodotti già avviate nel corso del 2016, specialmente in Europa.

 

2-resp-sourcing.jpg

 

3_resp-sourcing.jpg

 

La leggera contrazione rispetto all’anno precedente è dovuta al blocco intercorso lungo la linea primaria tedesca di trasporto su rotaia ad agosto 2017. In seguito a tale imprevisto si è infatti reso necessario ricorrere a modalità alternative per trasportare la merce, in particolare il trasporto su gomma.

Si sottolinea la best practice riguardanti la Lettonia dove i viaggi in intermodale sono passati dall’1% al 22%. Anche in Italia il Gruppo continua a scegliere, ove possibile, l’intermodalità come soluzione alternativa al trasporto merci su gomma, confermando il trend già avviato dal 2016. Su 6.206 trasferimenti merce, infatti, circa il 10,5% è stato realizzato in intermodale. Da notare come la riduzione dei trasferimenti strada-nave è stata bilanciata da un maggiore ricorso alla soluzione strada-ferrovia.

 

ECO-MOBILITY

Prosegue la partnership di Campari Group con l’operatore BERGER, impresa particolarmente innovativa nel mondo della mobilità sostenibile e del trasporto su gomma. La società austriaca, infatti, dispone di una particolare flotta costituita da automezzi euro6 costruiti con acciaio alleggerito consentendoci così di ottimizzare il carico di prodotto trasportando due bancali in più rispetto a quello normalmente mobilitato tramite un automezzo standard. 

 

GESTIONE SOSTENIBILE DEI PALLET

Nel 2017 il Gruppo ha esteso la sua collaborazione con il fornitore PAKY, impresa attiva nel settore della movimentazione dei pallet, includendo nel perimetro anche Olanda, Svizzera e Italia (centro sud). Grazie alla sua rete capillare, PAKY si occupa di ritirare i bancali nei punti di scarico trasferendoli al deposito, suo o di altro cliente più vicino, consegnando contestualmente la stessa tipologia di pallet ai nostri punti di carico dai suoi punti di ricovero più vicini. Un tale meccanismo ci consente di abbattere sensibilmente il numero di chilometri europei effettuati. Nel 2017 è stato quasi raddoppiato il numero di bancali gestiti con il ‘metodo PAKY’ rispetto all’anno precedente, passando da 44,900 a 85.025 bancali movimentati:

 

4-resp-sourcing.jpg

Mag-Di

Fra le nuove attività di logistica sostenibile realizzate nel 2017, da citare la partnership sottoscritta con il Gruppo Mag-Di, operatore che dal 1969 opera nel settore della logistica e dei servizi integrati. In particolare Mag-Di offre servizi di distribuzione merci a basso impatto ambientale nei centri storici delle principali città italiane, servendosi di mezzi di smistamento e stoccaggio delle merci vicini all’area di distribuzione (proximity hub) e di mezzi di trasporto elettrici o bimodali. Nei centri urbani di Roma (ZTL) e Milano (area C), quindi, Campari Group trasporta i suoi prodotti servendosi di un’innovativa flotta ecologica.

Share/Save
Ultima modifica 04 giu 2018