QHSE - Qualità, Salute, Sicurezza e Ambiente 2017

La sicurezza dei consumatori e il benessere dei lavoratori sono fattori chiave per Campari Group. Il Gruppo, da sempre, nell’ambito delle proprie attività produttive investe nella qualità dei propri prodotti, nella salute e sicurezza dei suoi lavoratori e nella tutela dell’ambiente.

copertina-qhse_ita.jpg

PERIMETRO E METODOLOGIA

L’impegno a garantire prodotti sicuri ed in grado di soddisfare le esigenze del consumatore, la volontà di assicurare condizioni di lavoro salubri e sicure, l’attenzione all’impiego oculato delle risorse naturali sono stati il filo conduttore nella gestione globale dell’ambito QHSE anche nel 2017. Le modalità di raccolta e valutazione dei dati di prestazione - grazie all’ormai rodato utilizzo della piattaforma Enablon, estesa anche ad ambiti di rendicontazione non QHSE- si sono ulteriormente affinate e consentono oggi un presidio strategico del complesso ambito organizzativo che sottende alla gestione della sostenibilità, anche in linea con quanto previsto dalla normativa europea ed al suo recepimento italiano in materia di comunicazioni di carattere non finanziario.

A ulteriore chiarimento metodologico, si segnala nel 2017 l’inclusione nel perimetro di rendicontazione delle attività degli stabilimenti francesi di SPML, la completa integrazione delle operazioni dello stabilimento canadese di Grimsby, l’inclusione delle attività commerciali in Canada, l’aggregazione dei dati relativi alla salute e alla sicurezza dei lavoratori operanti nelle sedi non produttive del Gruppo nel mondo. Infine, nel 2017 sono state riattivate le operazioni di produzione dello zucchero di canna in Giamaica, con evidenti impatti sui consumi di risorse naturali complessivi del Gruppo.

Strumenti & sistemi

Elemento strutturale nella progettazione, realizzazione e gestione dei sistemi QHSE è la procedura globale di valutazione dei rischi ‘Risk Based Thinking Management’ che consente di orientare in maniera organica le attività dell’organizzazione.

Formazione QHSE

formazione_2017_ita.jpg

1 Le ore di formazione integrate QHSE sono registrate dividendole per le ore dedicate a ciascun argomento.

 

Certificazioni

Il percorso di tripla certificazione in linea con gli standard volontari ISO 22000 (sicurezza alimentare), OHSAS 18001 (salute e sicurezza negli ambienti di lavoro) e ISO 14001 (ambiente) è proseguito anche nel 2017 secondo la programmazione prevista.

certificazioni_2017_ita.jpg

 

Audit QHSE

audit-qhse_2017.jpg

Qualità

Reclami

reclami-2017_new.jpg

Salute & sicurezza

Infortuni

A seguito della estensione del perimetro di rendicontazione a tutte le strutture non industriali si è rilevato un incremento del numero totale di infortuni. Tuttavia, gli indici di frequenza e gravità confermano le buone prestazioni medie del Gruppo che non ha registrato nel 2017 alcuna fatalità.

Il 2017 ha visto il lancio, tra gli altri, di due programmi pilota di prevenzione del rischio infortuni: un programma di guida sicura in Italia e un programma relativo a lavori in quota e spazi confinati negli Stati Uniti, che verrà esteso a tutte le unità produttive del Gruppo nel prossimo biennio. La ripartizione regionale degli infortuni ha rilevato il 49% degli eventi in Nord America, il 33% in Europa, il 12% in Asia Pacific e il 6% in Sud America. Una analisi di dettaglio delle principali cause di infortunio (urti contro oggetti fissi, scivolamento, urti durante movimentazione e manipolazione) evidenzia con chiarezza come l’ambito di intervento si debba focalizzare sui comportamenti individuali. Per questo motivo verrà avviato nel 2018 un estensivo programma di leadership comportamentale che coinvolgerà in fasi successive tutti i livelli organizzativi della gestione industriale, incominciando dalle funzioni globali.

Incidenti mancati

Le attività di formazione e sensibilizzazione previste per la mitigazione del rischio infortuni prevedono ricadute positive anche per l’indicatore incidenti mancati. Da notare l’elevato numero di situazioni insicure registrate nel 2017, 486, derivanti per lo più da segnalazioni dei lavoratori, a sottolineare una importante presa di coscienza dell’organizzazione circa il valore della prevenzione.

Ambiente

Energia

energia-2017_new.jpg


Acqua

 PRELIEVI IDRICI E INTENSITÀ 2017

PRELIEVI IDRICI E INTENSITÀ 2017

 Emissioni

emissioni_new_ita.jpg

 

 Rifiuti

rifiuti_ita_2017.jpg


Sversamenti

Il numero totale di sversamenti è rimasto allineato ai dati degli anni precedenti. Si tratta sempre di piccoli episodi, di limitatissima entità, immediatamente risolti con interventi di ripristino delle condizioni originali. Le stesse considerazioni sono facilmente applicabili anche ai mancati sversamenti, che sono oggi tracciati con attenzione a fini di mitigazione di rischi potenziali.

Share/Save
Ultima modifica 04 giu 2018