Responsible Sourcing and Distribution

Stabilire relazioni eque, trasparenti e leali con partner commerciali affidabili e responsabili consente al Gruppo di offrire prodotti di altissima qualità a clienti e consumatori.

responsible-sourcing-and-distribution_it

 

Approvvigionamento responsabile

Gruppo Campari considera strategico che anche i propri fornitori garantiscano una gestione sostenibile della propria attività. Con l’obiettivo di assicurare un elevato standard di eccellenza dei prodotti e comportamenti etici in tutte le attività, dal 2012 Gruppo Campari si impegna a far sottoscrivere un Supplier Code a tutti i fornitori di materie prime, packaging e materiale POS. Ad oggi, l’89,5% dei fornitori gestiti dalla funzione Global Procurement e provenienti dalle principali 5 aree geografiche (Italia, Europa, Nord America, Sud America e APAC) ha sottoscritto il Codice: un dato in leggera crescita rispetto all’88% del 2015.

 

fornitori_3.jpg

 

 

4.jpg


Un importante passo avanti
L’adesione di Gruppo Campari a Sedex conferma la sua particolare attenzione alla sostenibilità anche nell’area procurement. Dare una sempre maggiore centralità alle tematiche sociali e ambientali nelle relazioni di filiera ci ha portati nel quarto trimestre del 2016 ad aderire alla più grande piattaforma al mondo per la gestione e condivisione dei dati di sostenibilità.

Dopo aver sottoscritto il contratto con Sedex nel 2016, è stato oggi lanciato il programma puntando a coinvolgere nell’anno 2017 la maggior parte dei nostri fornitori di materiali diretti chiedendo loro di registrarsi e condividere nella piattaforma le loro pratiche commerciali.

Grazie a Sedex, Gruppo Campari potrà garantire maggiore trasparenza della filiera e rafforzare la sua attività di condivisione e promozione di pratiche etiche con i fornitori.

Cos’è Sedex
Sedex (Supplier Ethical Data Exchange) è un’associazione senza scopo di lucro la cui azione è volta al miglioramento dell’eticità delle pratiche commerciali nelle catene di fornitura globali. Fornisce un database online che consente agli utenti di memorizzare, condividere e riferire sulle informazioni relative alla propria azienda in quattro aree chiave:


normativa-del-lavoro_2.png

Logistica e distribuzione sostenibile

Declinare un modello di sviluppo aziendale sostenibile in tutte le fasi della catena del valore significa per Gruppo Campari sostenere tale impegno anche nell’area della Logistica. Logistica sostenibile si traduce nel creare valore per l’azienda attraverso la ricerca di un equilibrio tra efficienza ambientale ed economica.

Il perimetro geografico considerato su cui il Gruppo nel corso del 2016 si è maggiormente focalizzato è il trasporto di lunga percorrenza Europa stradale a carichi completi, particolarmente rilevante per l’azienda.

Tre le principali innovazioni che ci preme sottolineare:


TRASPORTO INTERMODALE

Ad oggi, il 60% dei viaggi in Europa (i.e.: dall’unità produttiva al centro di distribuzione) avviene in modalità intermodale, ossia impiegando diversi mezzi di trasporto combinati tra loro. La tabella seguente evidenzia come il 45% del servizio integrato strada/rotaia avvenga in Germania.

 

trasferimenti_merci_in_europa.jpg

 

ECO-MOBILITY

Nel 2016 è stata estesa la partnership con l’operatore BERGER, impresa particolarmente innovativa nel mondo della mobilità sostenibile, relativa alla fornitura di servizi di trasporto su gomma. La società di trasporto austriaca, infatti, ha progettato particolari automezzi euro6 costruiti con acciaio alleggerito, che consentono di trasportare due bancali in più rispetto a quanto si potrebbe trasportare su un automezzo standard.

Lo studio comparativo di seguito riportato dimostra l’effettiva riduzione delle emissioni inquinanti grazie all’utilizzo degli ecotrail di BERGER, specialmente se associati alla modalità di trasporto intermodale. Lo studio è stato effettuato da BERGER prendendo ad esempio un totale di 17.920 bancali con peso e misure equivalenti ai nostri pallet e facendo riferimento a un chilometraggio di 880 km.

emissioni-co2_def.png

 

 

GESTIONE SOSTENIBILE DEI PALLET

Sempre con particolare riguardo all’area europea, da evidenziare la recente collaborazione, per quanto riguarda i paesi di Germania, Austria e Belgio, con PAKY, impresa attiva nel settore della movimentazione dei pallet.

Grazie alla sua rete capillare, PAKY effettua il ritiro dei pallet nei punti di scarico trasferendoli al deposito, suo o di altro cliente più vicino preoccupandosi di consegnare contestualmente la stessa tipologia di pallet ai nostri punti di carico dai suoi punti di ricovero più vicini. Appare evidente come tale meccanismo consenta di abbattere sensibilmente il numero di trasporti europei effettuati con un conseguente impatto positivo sull’ambiente. Grazie al ‘metodo PAKY’ è stato così possibile evitare di movimentare 44.900 bancali, pari a circa 90 automezzi.

In Spagna è stato utilizzato il fornitore CHEEP che, a differenza di PAKY, utilizza, in modo più tradizionale ma sempre in logica di pooling, tipologie di bancali a noleggio realizzando un servizio simile a quello già analizzato. In questo caso il numero di bancali movimentati sono stati 5.350, equivalenti a 11 automezzi.

È volontà del Gruppo continuare a valutare possibili soluzioni anche per altri mercati che consentano di rendere la movimentazione dei pallet sempre meno impattante in termini di trasporto e conseguentemente dei suoi effetti sull’ambiente.

 

metodo-paky.png

Share/Save
Ultima modifica 08 giu 2017