Il nostro impegno verso la comunità 2015

Gruppo Campari si impegna a promuovere eccellenza, spirito d'iniziativa e pari opportunità nelle comunità in cui opera.

In tutti i paesi in cui opera con una propria organizzazione, Gruppo Campari ha sempre approcciato le realtà locali al fine di contribuire allo sviluppo sociale dei territori, generando impatti positivi di lungo periodo. In Italia si riconferma, ad esempio, l’obiettivo di supportare e valorizzare il patrimonio storico-artistico legato al Gruppo Campari.

Il sostegno al benessere sociale e sanitario della popolazione locale è l’obiettivo su cui si è focalizzato il Gruppo in Giamaica, mentre in America l’attenzione è focalizzata sul supporto alla comunità locale.

Nel 2015 Gruppo Campari ha investito € 268.000 per la gestione di progetti di beneficenza che danno risposta a specifiche esigenze locali. A carattere esemplificativo sono riportate di seguito alcune iniziative particolarmente degne di menzione.

Come già ricordato nel 2014, una delle maggiori iniziative finanziate dal Gruppo in Italia è Galleria Campari, uno spazio espositivo ad accesso libero e gratuito, destinato a ospitare una parte del patrimonio artistico e culturale dell’azienda. Nel 2015 i visitatori sono stati oltre 10.000, di cui circa 2.500 studenti italiani e internazionali, anche grazie all’organizzazione di numerosi eventi, alcuni dei quali all’interno di iniziative nazionali e internazionali.

Tra questi spiccano le giornate Europee del Patrimonio, la Notte dei Musei e la Settimana della Cultura d’Impresa. Galleria Campari è infatti parte del circuito Museimpresa.

Nel 2015, grazie alla collaborazione con importanti gallerie d’arte, è proseguita l’iniziativa Campari Wall, una parete destinata all’esposizione temporanea di opere degli artisti contemporanei più rappresentativi. Nel corso del 2015 sono state esposte le opere di tre artisti.

Galleria Campari ha inoltre partecipato con prestiti di alcune opere d’arte della sua collezione ad importanti mostre di musei internazionali tra i quali: il Triennale Design Museum di Milano, dove si è tenuta l’importante mostra ‘Arts and Foods’ durante l’Expo 2015 di cui la Triennale costituiva l’unico padiglione esterno all’area espositiva di Rho-Pero; il Max Museo di Chiasso (CH) che ha promosso la mostra ‘La grafica per l’aperitivo’ dedicata alla comunicazione pubblicitaria degli aperitivi che hanno fatto la storia di questo rito.

Inoltre nel corso del 2015 è stata prodotta e organizzata la mostra ‘I colori del rosso’, che ha riscosso un ottimo riscontro di pubblico. Un’appassionante visione su tutto ciò che ruota intorno al colore rosso, attraverso cinque differenti sezioni tematiche, per un viaggio che coinvolge tutti i sensi, partendo dal rosso Campari per proporre una riflessione sull’universo dei ‘rossi’ che hanno caratterizzato le culture del mondo. In esposizione oggetti iconici di design firmati da prestigiosi designer e marchi del made in Italy, installazioni ottiche e sonore ed esperienze olfattive e gustative.

Infine Galleria Campari ha partecipato a una importante mostra organizzata da Museimpresa ‘Il grande gioco dell’Industria’, focalizzata sulle eccellenze italiane rappresentate dai 50 soci aderenti all’associazione.

 

galleria_campari.jpg

 

Evento di successo negli Stati Uniti fin dalla sua prima edizione datata 2013, la Negroni week è stata indetta anche nel 2015, nuovamente in collaborazione con il magazine IMBIBE, ma per la prima volta a livello internazionale, arrivando a coinvolgere più di 3.500 bar, ristoranti e rivenditori in 44 Paesi.

L’iniziativa, svoltasi in giugno, viene promossa per celebrare uno dei più importanti cocktail del mondo mobilitando gli esercenti e gli appassionati, con obiettivo di raccogliere fondi da devolvere a varie associazioni locali. Per ogni Negroni venduto, un dollaro viene destinato ad attività benefiche dai locali che hanno aderito all’iniziativa; l’alto livello di partecipazione ha permesso all’attività di fund raising di raccogliere nel 2015 US$ 321.635, destinati a 1.714 organizzazioni a scopo benefico.

Il Grand Banks di New York, che ha conquistato il primato di ‘top fundraiser’, ha finanziato un’organizzazione no profit, The Maritime Foundation, che si occupa di tutelare il patrimonio storico marittimo.


Campari America ha inoltre supportato ulteriormente tale realtà con la donazione di US $ 10.000. McNally House Charity è la casa di cura che fornisce assistenza continua a titolo gratuito a persone affette da malattie terminali a cui Forty Creek Distillery Ltd. ha deciso di contribuire con il frutto dell’attività di fund raising.

I social media sono stati parte integrante per la divulgazione della campagna, contribuendo alla suadiffusione nei paesi partecipanti con 159 milioni di impressions e 24.712 conversazioni su Twitter. Nel mese di dicembre 2015 sono state organizzate da Forty Creek Distillery Ltd. raccolte di beni primari, quali prodotti alimentari, indumenti e giocattoli, da donare al Grimsby Benevolent Fund attivo in progetti di solidarietà sociale.

In Giamaica, nel 2015, oltre 260 Camparisti hanno partecipato, insieme al personale di altre società, alla Jamaica’s Corporate Run, una corsa di 5 chilometri con annessa raccolta fondi. Oltre 26 milioni di dollari giamaicani sono stati raccolti a favore di Jamaica Kidney Kids Foundation e Cornwall Regional Hospital Neo Natal Unit. Inoltre, in occasione del 190° anniversario di J. Wray&Nephew, è stata avviata l’iniziativa Blood Donation che ha incoraggiato i Camparisti a donare il sangue per aumentare la disponibilità della Jamaica Blood Bank; la risposta è stata molto positiva, con 130 sacche di sangue donate.

 

community_involvement.jpg

 

Share/Save
Ultima modifica 19 mag 2017