Il nostro impegno verso la comunità

La cultura fa parte del DNA del Gruppo Campari fin dalle sue origini. Da sempre il nome ‘Campari’ viene associato al mondo dell’arte, del design, del cinema.

community-involvement.png

Gruppo Campari per lo sviluppo culturale e sociale

La promozione della cultura e la sua divulgazione significano anche attenzione all’educazione e al benessere delle persone. Sensibili alle necessità delle comunità nei paesi in cui il Gruppo è maggiormente presente, sono riportate di seguito le principali iniziative di community involvement intraprese.


GALLERIA CAMPARI

visitatori-2016.pngGalleria Campari, aperta nel 2010 in occasione dei 150 anni di vita dell’azienda, è un museo ad accesso libero e gratuito di nuovissima concezione: uno spazio dinamico, interattivo e multimediale, interamente dedicato al rapporto tra il marchio ‘Campari’ e la sua comunicazione attraverso l’arte e il design.

La Galleria deve la propria forza all’unicità e alla ricchezza dell’Archivio Campari, che raccoglie oltre 3.000 opere su carta, disegni, bozzetti originali, affiche della Belle Époque, manifesti e grafiche pubblicitarie da inizio Novecento agli anni ‘90 firmate da importanti artisti come Marcello Dudovich, Leonetto Cappiello, Fortunato Depero, Franz Marangolo, Guido Crepax e Ugo Nespolo; caroselli e spot di registi come Federico Fellini e Singh Tarsem; oggetti firmati da designer quali Matteo Thun, Dodo Arslan, Markus Benesch e Matteo Ragni.

La visita alla Galleria è un’immersione in un importante capitolo di storia della pubblicità, dell’imprenditoria e dell’arte del Novecento.


DIFFUSIONE DELLA CULTURA E MOSTRE

Nel 2016, Galleria Campari ha aderito a numerosi eventi e organizzato diverse aperture straordinarie, alcune delle quali all’interno di iniziative nazionali e internazionali in quanto parte del circuito Museimpresa. Tra queste, le Giornate Europee del Patrimonio, la Notte Europea dei Musei e la Settimana della Cultura d’Impresa.

Galleria Campari organizza mostre temporanee, attività didattica e di ricerca e promuove pubblicazioni sulla storia della comunicazione dell’azienda attraverso arte e design. Offre in esposizione ad altri musei le proprie opere prestando consulenza storico-critica a sostegno di progetti esterni che includano materiale della collezione Campari.

Da metà ottobre a fine dicembre è stata aperta al pubblico l’esposizione sensoriale ‘Bittersweet Symphony’, alla quale hanno partecipato oltre 4.500 visitatori. In un percorso interattivo sono state coniugate le arti figurative con altre discipline, dalla musica al cinema, passando per la moda e l’alta profumeria. La mostra, attraverso il connubio tra arti e alto artigianato, ha reso i visitatori protagonisti di un’esperienza alla scoperta di tutti i sensi: lo sguardo tramite l’arte contemporanea, il cinema e il teatro; l’udito con molteplici generi musicali; l’olfatto mediante raffinati profumi artigianali; il gusto con piccole degustazioni, e il tatto con differenti materiali da esplorare.

Nel 2016 Galleria Campari ha partecipato con alcune sue opere d’arte ad alcune importanti esposizioni, tra le quali:

  • “La grafica per l’aperitivo” presso il Max Museo di Chiasso (CH)
  • “Il vetro per l’aperitivo” presso il Museo del Vetro di Murano, Venezia

L’iniziativa ‘Galleria Campari On Tour’ ha inoltre permesso di esporre a Londra e a Sydney le opere storiche più iconiche della collezione, rendendole così accessibili a un pubblico più vasto e internazionale.

galleria-app_3.pngL’app per smartphone ‘Galleria Campari’ consente approfondimenti sulle opere esposte con informazioni sempre aggiornate.

Prosegue il progetto Campari Wall attraverso la collaborazione con importanti gallerie d’arte contemporanea.

Nel corso del 2016 sono state esibite due installazioni in uno spazio espositivo all’interno dei nostri headquarters, vetrina per talenti creativi italiani e stranieri.

Infine, per favorire il coinvolgimento dei dipendenti degli headquarters e la loro partecipazione alle attività culturali promosse dall’azienda, nel 2016 sono state realizzate iniziative ricreative legate ai contenuti artistici di Galleria Campari, fra cui l’iniziativa ‘Pausa-Pranzo-in-Galleria’.


RICONOSCIMENTI

Nel 2016 Galleria Campari ha vinto, per la categoria Musei di impresa, il ‘Premio Gavi LA BUONA ITALIA’, che ha l’obiettivo di riconoscere, segnalare e premiare le ‘buone pratiche’ nella valorizzazione internazionale delle filiere enogastronomiche italiane ricevendo anche una menzione speciale ai Corporate Art Awards, istituiti dalla LUISS Business School di Roma, pensati per valorizzare e sostenere le eccellenze nelle collaborazioni tra il mondo del business e quello dell’arte a livello internazionale.

La Galleria si propone quindi come uno spazio legato al brand, ma anche un centro di ricerca e di produzione culturale, che racconta di come l’innovazione poggi sulle basi della tradizione, attraverso la storia dell’arte, della pubblicità, del design e, ovviamente, dell’impresa.

Educazione e attività didattica 

Con la legge 107/2015, detta ‘La Buona Scuola’, è stato introdotto in Italia il programma di alternanza scuola-lavoro, obbligatorio per licei e istituti secondari di secondo grado volto a ridurre il divario esistente tra educazione e mondo lavorativo.

Campari Italia ha scelto di aderire al progetto per il triennio 2016-2019 individuando come partner il Consorzio ELIS che dal 2008 propone programmi formativi di network fra scuola e impresa volti a sviluppare un’offerta scolastica adeguata e in linea con gli orientamenti e le richieste del mercato del lavoro. La collaborazione con ELIS offre notevoli vantaggi per quanto riguarda la scelta degli istituti, la gestione della comunicazione con le scuole coinvolte e la formazione delle persone interne all’azienda.

Tre dipendenti, uno per ogni stabilimento produttivo, hanno ricevuto il training opportuno per trasferire competenze professionali ai ragazzi in ambito Qualità, Salute, Sicurezza e Ambiente e finance planning. Nel corso del 2017, tali ‘maestri di mestiere’ realizzeranno nelle scuole sessioni formative con visite guidate per gli studenti presso gli stabilimenti. Alcuni ragazzi saranno poi selezionati per partecipare a corsi di lavoro estivi e/o project work nei nostri siti di Crodo, Canale e Novi Ligure.

Sempre nell’ambito del programma di alternanza scuola lavoro, circa 250 studenti, in seguito a visite in Galleria Campari con focus sull’heritage e sulla storia della pubblicità, e a sessioni di formazione con il dipartimento Marketing, hanno sviluppato e simulato strategie di distribuzione e di comunicazione pubblicitaria per il brand Crodino.

È stato sviluppato un programma simile anche nelle sedi brasiliane del Gruppo: in collaborazione con le istituzioni locali, Campari do Brasil ha offerto contratti di un anno a giovani provenienti da scuole di formazione tecnica per favorire e guidare percorsi professionali di base.

Iniziative

BARACCA

Nel 2016 Gruppo Campari ha instaurato una collaborazione con BarAcca, laboratorio sperimentale della Onlus ‘Handicap…su la testa’, che dal 1988 promuove a Milano attività ricreative per ragazzi con disabilità intellettiva. BarAcca è un laboratorio esperienziale di integrazione sociale e di sviluppo delle proprie capacità attraverso l’insegnamento di un mestiere.

L’associazione ha aperto a Milano un proprio locale per offrire l’opportunità di inserimento lavorativo a persone con disabilità e proseguire con l’attività di formazione professionale.

Gruppo Campari intende non solo supportare tale iniziativa attraverso la fornitura di materiale promozionale e proprio prodotto, ma anche attraverso l’attività formativa che vedrà coinvolta Campari Academy. Grazie alla professionalità dei bartender dell’Academy, sarà possibile trasferire gli strumenti e le competenze tecniche legate a tale mestiere ai ragazzi di BarAcca in un’ottica di abbattimento delle barriere sociali attraverso un futuro inserimento nel mondo del lavoro.


NEGRONI WEEK

Per il quarto anno consecutivo si continua a promuovere la Negroni Week in collaborazione con il magazine IMBIBE. L’iniziativa, dal 2015 indetta a livello internazionale, si è svolta dal 6 al 12 giugno con l’obiettivo di raccogliere fondi per enti di beneficienza. Bar, ristoranti e rivenditori nei 60 paesi partecipanti, sono stati incoraggiati a donare a scopo benefico una parte del ricavato derivante dalla vendita dello storico cocktail.

Gli elevati livelli di partecipazione hanno garantito il successo della campagna e la raccolta di US$ 380.843. Il Grand Banks di New York ha mantenuto il titolo di ‘top foundraiser’, primato già conseguito nel 2015, raccogliendo in totale US$ 11.158. Con tali fondi il ristorante ha scelto di continuare a finanziare l’organizzazione no profit The Maritime Foundation.

I social media sono stati ancora una volta fondamentali nella divulgazione della campagna, raggiungendo più di 153 milioni di visualizzazioni (impression) e oltre 21.000 utilizzi dell’#NegroniWeek.

 

negroni_soste.jpg

 

Volontariato d'impresa

Brasile
Fra le attività che vedono il coinvolgimento diretto dei dipendenti di Gruppo Campari a favore della comunità locale, da citare il progetto ‘Natal Vermelho’ (‘Red Christmas’) promosso da Campari do Brasil.
In occasione del Natale, i dipendenti di Alphaville, Sorocaba e Suape oltre a offrire, come già negli anni precedenti, beni di prima necessità quali prodotti igienico- sanitari a istituti e ONG attivi in progetti di solidarietà sociale, hanno scelto di sostenere attivamente queste realtà durante l’attività lavorativa intrattenendo e giocando con anziani e bambini in difficoltà.


Stati Uniti

Campari America, in collaborazione con Tabblehopper, popolare food blog di San Francisco, attraverso l’iniziativa #SFAmatrice ha contribuito a raccogliere fondi per le vittime del tragico terremoto che ha colpito il centro Italia il 24 agosto 2016. L’evento di beneficenza è stato organizzato in un famoso ristorante italiano, dove più di 200 persone hanno donato oltre US$ 25.000, devoluti ai cittadini di Amatrice, uno dei centri più colpiti dal sisma.

Simili attività di beneficienza:

  • Donazione a favore delle famiglie delle vittime dell’attentato al Pulse Nightclub di Orlando;
  • Raccolta di oltre US$ 80.000 in occasione dell’evento City Harvest’s Summer Dinner Series di New York, i cui fondi sono serviti a sfamare 11.400 persone in stato di bisogno per oltre un mese.

Inoltre, i dipendenti di Campari America si sono offerti volontari per numerose iniziative sostenute da enti no-profit: SF-Marin Food Bank per la distribuzione di pasti a persone bisognose e Habitat for Humanity a sostegno delle famiglie a più basso reddito di San Francisco.


Giamaica
Durante il 2016 i Camparisti in Jamaica hanno preso parte alle seguenti iniziative:

  • ‘Blood Drive’, per la donazione del sangue;
  • ‘Sigma Run’, una corsa con raccolta fondi destinati alla Jamaica Cancer Society e all’unità pediatrica del Black River Hospital;
  • ‘Labour Day’, per la riqualificazione degli ambienti scolastici delle scuole Newel High School e Mountainside Primary.


Australia
Gli uffici di Sydney, Melbourne e Brisbane e lo stabilimento di Derrimut hanno promosso la prima edizione della ‘Christmas Food-Drive’ per sensibilizzare i dipendenti a donare, in vista del Natale, cibo non deperibile alla più importante organizzazione no-profit autorizzata alla distribuzione di prodotti alimentari agli indigenti del paese, la OzHarvest.

Campari Australia ha anche scelto di donare gli hardware funzionanti ma non più utilizzati dall’azienda all’associazione The Smith Family a supporto di famiglie svantaggiate e di offrire lezioni gratuite ai ragazzi per insegnare loro ad usare correttamente l’attrezzatura informatica.

Per diffondere la consapevolezza sulle malattie di cui soffrono gli uomini, molti Camparisti in Australia anche nel corso del 2016 hanno partecipano all’evento mondiale ‘Movember’ facendosi crescere i baffi per spingere sempre più persone a prendere parte all’iniziativa e raccogliere fondi da destinare alla Movember Foundation.

community_sust_2016.png

Share/Save
Ultima modifica 19 mag 2017