Risultati del Primo Semestre al 30 Giugno 2007

Andamento del primo semestre molto positivo, con forte crescita delle venditee di tutti i livelli di redditività
Vendite nette: € 440,6 milioni (+5,4%)
EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti: € 102,4 milioni (+7,5%), pari al 23,2% delle vendite nette
EBIT prima di proventi e oneri non ricorrenti: € 92,7 milioni (+7,9%), pari al 21,0% delle vendite nette
Utile netto del Gruppo: € 56,9 milioni (+2,5%)

Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer: “Nel primo semestre 2007 abbiamo conseguito risultati estremamente positivi grazie all'andamento dei nostri brand e dei nostri mercati. Pertanto, guardiamo con ottimismo all'evoluzione futura del nostro business”.

 Risultati consolidati 1 gennaio
30 giugno 2007
€ milioni
1 gennaio
30 giugno 2006
€ milioni
Variazione a cambi
effettivi
Variazione a cambi
costanti
 Vendite nette 440,6 417,8 5,4% 7,8%
 Margine commerciale 123,7 115,3 7,2% 9,4%
 EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti 102,4 95,3 7,5% 9,7%
 EBITDA 100,8 95,2 5,9% 8,1%
 Risultato della gestione corrente            
 = EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti 92,7 86 7,9% 10,3%
 Risultato operativo = EBIT 91,1 85,9 6,1% 8,5%
 Utile prima delle imposte            
 e degli interessi di minoranza 82,7 80,4 2,8% 5,0%
 Utile netto del Gruppo 56,9 55,5 2,5% 4,6%


RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO SEMESTRE 2007

Nel primo semestre del 2007 le vendite del Gruppo sono state pari a € 440,6 milioni, in crescita del 5,4% (+7,8% a cambi costanti).
La variazione complessiva delle vendite consolidate è stata generata da una crescita organica del 10,7% e da un impatto negativo dei cambi del 2,3%. L’effetto perimetro, complessivamente negativo per il 2,9%, è dovuto all’annunciata interruzione delle vendite di Lipton Ice Tea sul mercato italiano, in parte compensato dalla crescita esterna principalmente generata da Glen Grant e Old Smuggler (le cui vendite erano iniziate il 15 marzo 2006).
Il margine commerciale si è attestato a € 123,7 milioni, evidenziando una crescita del 7,2% (+9,4% a cambi costanti) e un’incidenza sulle vendite pari al 28,1%. La variazione è attribuibile per il 7,9% alla crescita organica, per il 1,5% alla crescita esterna e per il 2,2% all’effetto negativo dei cambi.

L’EBITDA prima di proventi e oneri non ricorrenti è stato di € 102,4 milioni, in crescita del 7,5% (+9,7% a cambi costanti) e con un’incidenza sulle vendite pari al 23,2%.
L’EBITDA è stato di € 100,8 milioni, in crescita del 5,9% (+8,1% a cambi costanti) e con un’incidenza sulle vendite pari al 22,9%.Il Risultato della gestione corrente (EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti) è stato di € 92,7 milioni, in crescita del 7,9% (+10,3% a cambi costanti) e con un’incidenza sulle vendite pari al 21,0%.

Il Risultato operativo (EBIT) è stato di € 91,1 milioni, in crescita del 6,1% (+8,5% a cambi costanti) e con un’incidenza sulle vendite pari al 20,7%.
L’utile prima delle imposte e degli interessi di minoranza è stato di € 82,7 milioni, in crescita del 2,8% (+5,0% a cambi costanti).
L’utile netto del Gruppo è stato di € 56,9 milioni, in crescita del 2,5% (+4,6% a cambi costanti).
Al 30 giugno 2007 l’indebitamento finanziario netto è pari a € 328,0 milioni (€ 379,5 milioni al 31 dicembre 2006).
Tra gli eventi successivi alla chiusura del primo semestre del 2007, si segnala che il 1 agosto 2007 il Gruppo Campari ha perfezionato l’acquisizione del brand super premium X-Rated Fusion Liqueur, della vodka di altissima gamma Jean-Marc XO e della vodka ultra premium X-Rated per un controvalore complessivamente di US$ 40 milioni (€ 29 milioni). Una più ampia descrizione dell’operazione è stata fornita in occasione dell’annuncio dell’acquisizione lo scorso 19 luglio.

 

VENDITE CONSOLIDATE DEL PRIMO SEMESTRE DEL 2007

Il segmento spirit, che rappresenta il 72,3% del fatturato, ha registrato una variazione positiva delle vendite del 8,7%, determinata da una crescita organica del 10,2%, da un impatto negativo dei cambi del 3,2% e da una crescita esterna del 1,7%. La crescita esterna è stata generata principalmente da Glen Grant e Old Smuggler. Il brand Campari ha registrato una crescita del 10,6% a cambi costanti (+9,7% a cambi effettivi). Le vendite di SKYY hanno registrato una crescita del 13,3% a cambi costanti (+5,4% a cambi effettivi), grazie a un andamento molto positivo sia negli Stati Uniti sia nei mercati internazionali. Con riferimento alle altre marche principali, il segmento spirit ha beneficiato dell’andamento positivo di Aperol (+23,7% a cambi costanti), dei brand brasiliani (+9,2% a cambi costanti), di Cynar (+4,8% a cambi costanti), CampariSoda (+2,6% a cambi costanti) e di Ouzo 12 (+1,2% a cambi costanti). Relativamente ai brand in licenza negli Stati Uniti a marchio tequila 1800 e Gran Centenario (+10,9% a cambi costanti nel primo semestre del 2007), si segnala che la distribuzione cesserà il 31 dicembre 2007.

Il segmento wine, pari al 12,9% del fatturato, ha registrato una crescita del 19,7%, determinata da una forte crescita organica del 20,2% e da un impatto negativo dei cambi del 0,5%. L’andamento decisamente positivo del segmento è stato trainato dai vermouth Cinzano (+43,2% a cambi costanti) e dagli spumanti Cinzano (+25,3% a cambi costanti). Il segmento wine ha beneficiato anche dell’andamento positivo di Sella & Mosca (+4,6% a cambi costanti) e di Mondoro, Riccadonna e Cantina Serafino.

Le vendite di soft drink, pari al 13,0% del fatturato e realizzate quasi interamente sul mercato italiano, hanno registrato una variazione negativa del 20,2%, determinata da un effetto perimetro negativo del 25,5%, attribuibile all’interruzione delle vendite di Lipton Ice Tea, e da una crescita organica del 5,3%, trainata dall’andamento positivo di Crodino (+5,5%) e della linea Lemonsoda e delle altre bevande gassate (+8,2%).

Relativamente alla ripartizione geografica, le vendite del primo semestre del 2007 sul mercato italiano, pari al 43,7% delle vendite, hanno registrato una variazione negativa del 0,8%, determinata da un effetto perimetro negativo (-8,8%), attribuibile a Lipton Ice Tea, compensato dal positivo contributo della crescita organica (+8,0%). Le vendite in Europa, pari al 19,6% delle vendite consolidate, hanno segnato una crescita del 24,5%, determinata da una crescita organica del 18,3%, grazie al positivo andamento di importanti mercati quali Germania e Russia, e da una crescita esterna del 6,4%. Per quanto riguarda l’area Americhe, le cui vendite sono pari al 32,5% del totale, il mercato USA ha registrato una crescita organica del 9,8%, un effetto cambi negativo del 8,2% e una crescita esterna del 0,5%. In Brasile, le vendite hanno registrato una crescita organica del 11,0% a cambi costanti, un effetto cambi negativo del 1,1% e un effetto perimetro negativo del 0,1%. L’area resto del mondo (che include anche le vendite duty free), pari al 4,1% del fatturato totale, è cresciuta complessivamente del 9,5%, trainata da una crescita organica del 11,4%.

*   *   *

CONFERENCE CALL

Si informa che alle ore 17:00 (CET) di oggi, martedì 11 settembre 2007, si terrà una conference call durante la quale il management del Gruppo Campari presenterà ad analisti, investitori e giornalisti i risultati del primo semestre 2007. Per partecipare alla conference call sarà sufficiente comporre uno dei seguenti numeri:

  • dall’Italia:   800 785 163 (numero verde)
  • dall’estero:  +39 02 69682741
  • Codice di accesso: C998245

*   *   *

Vi preghiamo di scaricare il comunicato completo in versione PDF.

Data di pubblicazione: 
11 set 2007
Share/Save
Ultima modifica 27 mag 2013