Risultati dei primi nove mesi al 30 settembre 2007

Crescita organica delle vendite nette: +8,2%
Vendite nette: € 644.6 milioni (+2,8%)
EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti: € 144,6 milioni (+3,9%)
EBIT prima di proventi e oneri non ricorrenti: € 130,1 milioni (+3,9%)
Utile del Gruppo prima delle imposte: € 115,5 milioni (+1,5%)
Eccellente generazione di cassa (€ 144,2 milioni nei primi 9 mesi dell’anno prima di acquisizioni e dividendi)


Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer: "Nei primi nove mesi del 2007 abbiamo conseguito risultati soddisfacenti, mantenendo il momentum favorevole dei nostri brand e dei nostri mercati. Pertanto, rimaniamo fiduciosi circa l'evoluzione futura del nostro business”


Milano, 8 novembre 2007
 - Il Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. ha approvato la relazione trimestrale al 30 settembre 2007.

 Risultati consolidati   1 gennaio
30 settembre 2007
€ milioni
1 gennaio
30 settembre 2006
€ milioni
Variazione a cambi
effettivi
Variazione a cambi
costanti
 Vendite nette   644,6 626,9 2,8% 5,0%
 Margine commerciale   176,7 170,8 3,4% 5,7%
 EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti   144,6 139,2 3,9% 6,3%
 EBITDA   143,4 139,1 3,1% 5,5%
 Risultato della gestione corrente = EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti   130,1 125,2 3,9% 6,5%
 Risultato operativo = EBIT   128,8 125,1 3,0% 5,6%
 Utile del Gruppo prima delle imposte   115,5 113,7 1,5% 3,9%

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI 2007

Nei primi nove mesi del 2007 le vendite del Gruppo sono state pari a€ 644.6 milioniin crescita del 2,8% (+5,0% a cambi costanti).
La variazione complessiva delle vendite consolidate è stata generata da una crescita organica del 8,2%, da un impatto negativo dei cambi del 2,1% e da un effetto perimetro negativo del 3,3%. Quest’ultimo è dovuto all’annunciata interruzione delle vendite di Lipton Ice Tea sul mercato italiano, in parte compensato da Glen Grant e Old Smuggler (le cui vendite erano iniziate il 15 marzo 2006) e dai neo-acquisiti brand X-Rated (le cui vendite sono iniziate il 1 agosto 2007).

Il margine commerciale si è attestato a € 176,7 milioni, evidenziando una crescita del 3,4% (+5,7% a cambi costanti) e un’incidenza sulle vendite pari al 27,4%. La variazione è attribuibile per il 4,9% alla crescita organica, per il 0,8% alla crescita esterna e per il 2,2% all’effetto negativo dei cambi.
L’EBITDA prima di proventi e oneri non ricorrenti è stato di € 144,6 milioni, in crescita del 3,9% (+6,3% a cambi costanti) e con un’incidenza sulle vendite pari al 22,4%
.
L’EBITDA è stato di € 143,4 milioni
in crescita del 3,1% (+5,5% a cambi costanti) e con un’incidenza sulle vendite pari al 22,2%.
Il Risultato della gestione corrente (EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti)
 è stato di € 130,1 milioni, in crescita del 3,9% (+6,5% a cambi costanti) e con un’incidenza sulle vendite pari al 20,2%.
Il Risultato operativo (EBIT) è stato di € 128,8 milioni, in crescita del 3,0% (+5,6% a cambi costanti) e con un’incidenza sulle vendite pari al 20,0%
.
L’utile del Gruppo prima delle imposte è stato di € 115,5 milioni, in crescita del 1,5% (+3,9% a cambi costanti)
.

Al 30 settembre 2007 l’indebitamento finanziario netto è pari a € 293,3 milioniin diminuzione di € 86,2 milioni rispetto al 31 dicembre 2006, dopo il pagamento dei dividendi (€ 29 milioni, pagati il 4 maggio 2007) e l’acquisizione di X-Rated (€ 29 milioni, finalizzata il 1 agosto 2007). Questo significativo miglioramento è stato determinato dalla forte generazione di cassa nei primi nove mesi dell’anno.


VENDITE CONSOLIDATE DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2007

Il segmento spirit, che rappresenta il 70,9% del fatturato, ha registrato una variazione positiva delle vendite del 5,6%, determinata da una crescita organica del 7,3%, da un impatto negativo dei cambi del 3,0% e da una crescita esterna del 1,3% (Glen Grant, Old Smuggler e X-Rated). Il brand Campari ha registrato una crescita del 2,3% a cambi costanti. Le vendite di SKYY hanno registrato una crescita del 14,5% a cambi costanti, grazie a un andamento molto positivo sia negli Stati Uniti sia nei mercati internazionali. Con riferimento alle altre marche principali, il segmento spirit ha beneficiato dell’andamento positivo di Aperol (+19,6% a cambi costanti), dei brand brasiliani (+8,7% a cambi costanti), di Cynar (+4,4% a cambi costanti) e di Ouzo 12 (+8,3% a cambi costanti). Le vendite di CampariSoda sono state in linea con quelle dello scorso anno. Relativamente ai brand in licenza, si segnala il positivo andamento dei marchi tequila 1800 e Gran Centenario negli Stati Uniti (+6,3% a cambi costanti).

Il segmento wine, pari al 14,3% del fatturato, ha registrato una crescita del 15,1%, determinata da una forte crescita organica (+15,5%) e da un impatto negativo dei cambi del 0,4%. L’andamento decisamente positivo del segmento è stato trainato daivermouth Cinzano (+18,8% a cambi costanti) e dagli spumanti Cinzano (+20,2% a cambi costanti). Il segmento wine ha beneficiato anche dell’andamento positivo di Sella & Mosca (+5,8% a cambi costanti) e di Mondoro, Riccadonna e Cantina Serafino.

Le vendite di soft drink, pari al 12,9% del fatturato e realizzate quasi interamente sul mercato italiano, hanno registrato una crescita organica del 5,0%, trainata dall’andamento decisamente positivo di Crodino (+7,8%), della linea Lemonsoda (+5,1%) e delle altre bevande gassate. La variazione complessiva è stata negativa per il 20,9%, a causa dell’effetto perimetro negativo (-25,9%)attribuibile all’interruzione delle vendite di Lipton Ice Tea.

Relativamente alla ripartizione geografica, le vendite del primi nove mesi del 2007 sul mercato italiano, pari al 41,5% delle vendite, hanno registrato una crescita organica del +5,8%. La variazione complessiva è stata negativa per il 3,6%, a causa dell’effetto perimetro negativo (-9,4%) attribuibile a Lipton Ice Tea. Le vendite in Europa, pari al 21,0% delle vendite consolidate, hanno segnato una crescita del 15,0%, determinata da una crescita organica del 11,4%, grazie al positivo andamento di importanti mercati quali Germania e Russia, e da una crescita esterna del 3,8%. Per quanto riguarda l’area Americhe, le cui vendite sono pari al 32,5% del totale, il mercato USA ha registrato una crescita organica del 7,1%, un effetto cambi negativo del 7,9% e una crescita esterna del 0,8%. In Brasile, le vendite hanno registrato una crescita organica del 8,4% e un effetto cambi positivo del 1,1%. L’area resto del mondo, pari al 5,0% del fatturato totale, è cresciuta complessivamente del 13,1%, trainata da una crescita organica del15,0%.

* * *

CONFERENCE CALL

Si informa che alle ore 17:00 (CET) di oggi, giovedì 8 novembre 2007, si terrà una conference call durante la quale il management del Gruppo Campari presenterà ad analisti, investitori e giornalisti i risultati del primi nove mesi 2007. Per partecipare alla conference call sarà sufficiente comporre uno dei seguenti numeri:

  • dall’Italia: 800 785 163 (numero verde)
  • dall’estero: +390269682741

              Codice di accesso:C503983

Le slide della presentazione potranno essere scaricate prima dell’inizio della conference call dalla Investor Relations homepage del sito Campari all’indirizzo http://www.camparigroup.com/it/investors/index.shtml

Una registrazione della conference call sarà disponibile a partire da giovedì 8 novembre 2007, alle ore 22:00 (CET), fino a giovedì 15 novembre 2007, chiamando il numero  +44(0)2071369233 (codice di accesso: 55958608 #).

* * *

Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari di Davide Campari-Milano S.p.A. Paolo Marchesini, attesta - ai sensi dell’articolo 154 bis, 2° comma, del Testo Unico della Finanza (D. Lgs. 58/1998) - che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

* * *

Il Gruppo Campari è una delle realtà più importanti nel settore del beverage a livello mondiale. E' presente in 190 paesi con leadership nei mercati italiano e brasiliano e posizioni di primo piano negli USA, in Germania e in Svizzera. Il Gruppo vanta un portafoglio ricco e articolato su tre segmenti: spirit, wine e soft drink. Nel segmento spirit spiccano marchi di grande notorietà internazionale come Campari, SKYY Vodka e Cynar e marchi leader in mercati locali tra cui Aperol, Cabo Wabo, CampariSoda, Glen Grant, Ouzo 12, Zedda Piras, X-Rated e i brasiliani Dreher, Old Eight e Drury's. Nel segmento wine si distinguono oltre a Cinzano, noto a livello internazionale, Liebfraumilch, Mondoro, Riccadonna, Sella & Mosca e Teruzzi & Puthod. Infine, nei soft drink, campeggiano per il mercato italiano Crodino e Lemonsoda, con la relativa estensione di gamma. Il Gruppo impiega oltre 1.500 persone e le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana.

Per ulterior informazioni:

Data di pubblicazione: 
08 nov 2007
Share/Save
Ultima modifica 27 mag 2013