Davide Campari-Milano S.p.A. approva la Relazione Semestrale al 30 giugno 2001

La positiva performance delle vendite è attribuibile soprattutto al buon andamento del segmento degli spirits, in crescita del 17,7%. I wines, rappresentati quasi interamente dai marchi Cinzano, hanno registrato una crescita del 2,8%, mentre le vendite del segmento dei soft drinks hanno registrato una flessione del 2,2% a causa delle avverse condizioni climatiche del secondo trimestre del 2001. L’impatto sul conto economico è stato peraltro limitato dalla minore marginalità di alcuni dei prodotti nel segmento dei soft drinks rispetto agli altri brand del Gruppo. Tale contrazione non ha invece riguardato la performance di Crodino, in crescita nel primo semestre 2001.

Il margine commerciale (margine lordo meno pubblicità e promozioni e costi di vendita e distribuzione), che per il Gruppo costituisce un importante indicatore di redditività, è stato di Euro 64,4 milioni, pari al 27,6% delle vendite nette e in crescita dell'8,2%.

L'EBITDA, prima dei costi non ricorrenti, ha raggiunto Euro 56,1 milioni, registrando un'incidenza del 24% sul fatturato netto consolidato e un incremento del 7,2%.

Il Gruppo ha realizzato un risultato operativo (EBIT) di Euro 43,9 milioni prima dei costi non ricorrenti, attribuibili in gran parte alla realizzata quotazione in Borsa. Prima dell'ammortamento per avviamento e marchi, l'EBIT risulta pari a Euro 49,6 milioni con un margine del 21,1% sul fatturato netto consolidato e in crescita del 7,3%.

L'utile netto, influenzato negativamente da minori plusvalenze su cessioni di immobili e da una perdita su cambi non realizzata di circa Euro 5 milioni, è stato di Euro 22,7 milioni, rispetto a Euro 32,8 milioni del primo semestre 2000.

La citata perdita su cambi, attribuibile alla rivalutazione di un debito in USD contratto per l'acquisizione brasiliana, è alla data odierna parzialmente riassorbita a seguito della svalutazione della valuta statunitense rispetto alla chiusura del semestre al 30 giugno 2001.

Al 30 giugno 2001 la posizione finanziaria netta è positiva per Euro 74,7 milioni, dopo il pagamento di dividendi per Euro 25,5 milioni e consente di perseguire attivamente nella ricera di target di acquisizione in linea con il programma di forte crescita per linee esterne.

Il patrimonio netto consolidato al 30 giugno 2001 ammontava a Euro 391,8 milioni.

Data di pubblicazione: 
11 set 2001
Share/Save
Ultima modifica 29 mag 2013