Campari approva la Relazione Trimestrale al 31 marzo 2002

Milano, 13 maggio 2002 - Il Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. ha approvato i risultati consolidati relativi al periodo dal 1 gennaio al 31 marzo 2002. Il primo trimestre si è chiuso con risultati in forte crescita, soprattutto grazie al consolidamento delle società neo-acquisite Skyy Spirits, LLC e Zedda Piras S.p.A. e Sella & Mosca S.p.A.

Nel primo trimestre del 2002 le vendite nette del Gruppo sono state pari a € 127,7 milioni, registrando una crescita del 38,5% rispetto al primo trimestre del 2001. Tale incremento è attribuibile a una consistente crescita organica, che, al netto degli effetti di cambio, è stata del 8,6%, e, soprattutto, all’impatto delle recenti acquisizioni, che complessivamente hanno generato una crescita pari al 29,9%. In particolare, Skyy Spirits, LLC, con vendite nette pari a € 20,1, ha determinato una crescita del 21,8% sul totale del fatturato consolidato, mentre Zedda Piras S.p.A. e Sella & Mosca S.p.A., con vendite nette pari a € 6,9 milioni, hanno generato una crescita del 7,5%. La quota residua, pari al 0,6%, è attribuibile all’acquisizione brasiliana per il periodo non consolidato nel 2001.

Le recenti acquisizioni hanno rafforzato ulteriormente il ruolo degli spirits quale core business del Gruppo: con vendite complessive pari a € 77,4 milioni, questo segmento ha infatti incrementato l’incidenza sul fatturato dal 57,4% al 60,6%. In particolare, SKYY Vodka, con vendite pari a € 15,3 milioni, realizzate per il 93,7% negli Stati Uniti, è divenuto il terzo brand del Gruppo in termini dimensionali. L’acquisizione di Zedda Piras S.p.A. e Sella & Mosca S.p.A. ha invece contribuito al segmento spirits con vendite per € 2,1 milioni, principalmente attribuibili al brand Mirto di Sardegna. La crescita organica del segmento spirits è stata del 3,3%, favorita in particolare dal buon andamento di CampariSoda (+3,2%), Cynar (+3,5%) e Jägermeister (+6,3%). Il segmento wines, con vendite pari a € 16,4 milioni, ha conseguito una crescita complessiva del 49,5%, di cui il 43,2% derivante dal consolidamento di Sella & Mosca e il restante 6,3% attribuibile alla crescita organica, trainata dal buon andamento degli spumanti Cinzano. Il segmento soft drinks ha registrato vendite pari a € 31,8 milioni, con un incremento del 16,1%, guidato dall’ottima performance di Crodino, in crescita del 16,5%, e favorito da un’intensa attività promozionale attuata sul mercato italiano nel mese di marzo sui prodotti di questo segmento.

Relativamente alla distribuzione geografica delle vendite, il mercato italiano ha rappresentato il 55,4% del fatturato totale, con un incremento del 27,6%. A questo risultato hanno contribuito una significativa crescita organica, pari al 16,5% e l’acquisizione di Zedda Piras S.p.A. e Sella & Mosca S.p.A. Grazie all’acquisizione di Skyy Spirits, LLC il Gruppo ha più che triplicato il peso dell’area Americhe, che aumenta dal 7,0% al 23,2% del fatturato. L’Europa e il Resto del Mondo rappresentano rispettivamente il 19,2% e il 2,2% delle vendite.

Anche la redditività operativa del Gruppo ha beneficiato considerevolmente dell’effetto derivante dal consolidamento delle acquisizioni di Skyy Spirits, LLC e Zedda Piras S.p.A. e Sella & Mosca S.p.A. .

Il margine commerciale nel primo trimestre del 2002 si è attestato a € 34,8 milioni, evidenziando una crescita del 32,7% e un’incidenza sulle vendite nette in diminuzione dal 28,4% al 27,3%. Tale effetto è attribuibile al mix organico delle vendite nel primo trimestre 2002, caratterizzato da un forte sviluppo di alcuni prodotti del segmento soft drinks a più bassa redditività.

L’EBIT è stato pari a € 20,2 milioni, in crescita del 28,5% nel primo trimestre 2002 e con un’incidenza percentuale sulle vendite del 15,8%.
L’EBITA, ovvero il risultato operativo prima dell’ammortamento dell’avviamento e dei marchi, è stato pari ad € 27,0 milioni, registrando una crescita del 47,4% e un’incidenza sulle vendite in aumento dal 19,8% al 21,1%. Tale risultato è da attribuire all’impatto positivo delle recenti acquisizioni. Si segnalano inoltre altri ricavi per € 3,7 milioni, principalmente attribuibili alle royalties corrisposte a Skyy Spirits, LLC da Miller Brewing Co. relativamente alle vendite di SKYY Blue, il nuovo ready to drink recentemente lanciato dalle due società negli Stati Uniti.
L’EBITDA è stato di € 31,0 milioni, in crescita del 40,8% e con un’incidenza sulle vendite pari al 24,3%.
L’utile ante imposte del periodo è stato di € 17,5 milioni, in crescita del 18,1%.
Al 31 marzo 2002, a seguito del pagamento delle acquisizioni di cui sopra, la posizione finanziaria netta è divenuta negativa di € 223,7 milioni.

Tra gli eventi di rilievo successivi al primo trimestre 2002, si segnala che il 22 aprile 2002 il Gruppo Campari, nell’ambito della strategia di rafforzamento della propria struttura distributiva nei mercati chiave a livello internazionale, ha annunciato l’intenzione di costituire una nuova joint venture con Morrison Browmore Distillers Ltd, società del gruppo giapponese Suntory, con cui il Gruppo Campari ha già consolidati rapporti commerciali, per la promozione e la distribuzione nel Regno Unito di prodotti delle due società e, con particolare riferimento al portafoglio del Gruppo, di Campari, Cinzano e SKYY Vodka.

Data di pubblicazione: 
13 mag 2002
Share/Save
Ultima modifica 28 mag 2013