Campari annuncia risultati solidi per il 2008

Campari annuncia risultati solidi per il 2008
Crescita organica delle vendite +2,7%, utile netto +1,1%
Eccellente generazione di cassa dalle attività operative, in crescita a € 171,5 milioni

DATI PRINCIPALI

  • Vendite a € 942,3 milioni (-1,6%, crescita organica +2,7%)

  • EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti a € 218,3 milioni (-2,1%, crescita organica +2,2%, 23,2% delle vendite)

  • Utile netto a € 126,5 milioni (+1,1%)

  • Eccellente generazione di cassa dalle attività operative, in crescita a € 171,5 milioni
  • Dividendo proposto per il 2009 confermato a livello dell’esercizio precedente
    (€ 0,11 per azione)


Milano, 18 marzo 2009
 - Il Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. ha approvato il bilancio consolidato al 31 dicembre 2008.

Campari ha conseguito nel 2008 una performance solida, nonostante lo scenario economico in peggioramento. Tra i risultati più significativi, si segnalano una crescita organica delle vendite del 2,7% e l’incremento dell’utile netto (+1,1% a cambi effettivi e +3,1% a cambi costanti).

Il Gruppo ha conseguito un’eccellente generazione di cassa dalle attività operative - € 171,5 milioni - anche grazie a uncontrollo rigoroso del capitale circolante.

Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer: “Nel 2008 abbiamo conseguito risultati solidi, nonostante condizioni economiche in significativo peggioramento. Abbiamo ottenuto una crescita organica positiva delle vendite e di tutti gli indicatori di profittabilità, anche grazie al contenimento dei costi. Inoltre, abbiamo conseguito un’eccellente generazione di cassa attraverso un rigoroso controllo del capitale circolante. Per l’anno in corso, mentre le nostre aspettative sono orientate a una giusta cautela, rimaniamo positivi sulle prospettive del Gruppo: il business è solido e i consumi dei nostribrand continuano a crescere con performance superiori all’andamento del mercato”.


RISULTATI CONSOLIDATI DEL 2008

 Risultati consolidati  1 gennaio -
31 dicembre 2008
€ milioni
1 gennaio -
31 dicembre 2007 
€ milioni
Variazione a cambi    
costanti
Variazione
a cambi effettivi
 Vendite nette   942,3 957,5 0,1% -1,6%
Margine di contribuzione (1) 341,2 341,5 0,7% -0,1%
 EBITDA prima di oneri e proventi non ricorrenti   218,3 223 -0,1% -2,1%
 EBITDA   214,7 220,1 -0,4% -2,5%
 Risultato della gestione corrente              
 = EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti   199 203,4 -0,1% -2,1%
 Risultato operativo = EBIT   195,4 200,6 -0,4% -2,6%
 Utile netto del Gruppo   126,5 125,2 3,1% 1,1%


(1) Risultato della gestione corrente prima dei costi di struttura (spese generali e amministrative e costi di vendita) in base al nuovo formato di conto economico introdotto nel 2008.


Nel 2008 le vendite del Grupposono state pari a € 942,3 milioni(-1,6%; +2,7crescita organica, -1,6% effetto cambi e -2,7%effetto perimetro, quest’ultimo dovuto alle annunciate variazioni nel portafoglio prodotti negli Stati Uniti).
Il margine di contribuzione, ovvero il margine lordo dopo le spese per pubblicità e promozioni è stato di € 341,2 milioni (- 0,1%; +2,8% crescita organica), pari al 36,2% delle vendite.
L’EBITDA prima di proventi e oneri non ricorrenti è stato di € 218,3 milioni (-2,1%; +2,2% crescita organica), pari al 23,2% delle vendite.
L’EBITDA è stato pari a € 214,7 milioni (-2,5%;nm-0,4% a cambi costanti)
L’EBIT prima di oneri e proventi non ricorrenti è stato di € 199,0 milioni (-2,1%; -0,1% a cambi costanti; +2,4% crescita organica), pari al 21,1% delle vendite.
L’EBIT è stato di € 195,4 milioni (- 2,6%; -0,4% a cambi costanti).
L’utile prima delle imposte e degli interessi di minoranza è stato di € 172,4 milioni (-5,9%; -3,9% a cambi costanti).
L’utile netto del Gruppo è stato di € 126,5 milioni, in crescita del +3,1% a cambi costanti e del +1,1% a cambi effettivi.

Al 31 dicembre 2008 l’indebitamento finanziario netto è pari a € 326,2 milioni (€ 288,1 milioni al 31 dicembre 2007) dopo accantonamenti per potenziali put option ed earn out su minoranze per € 26,6 milioni. Escludendo tali accantonamenti il debito è pari a € 299,7 milioni (€ 288,1 milioni al 31 dicembre 2007).


VENDITE 2008

Gli spirit, che rappresentano il 70,5% del business, hanno registrato una variazione delle vendite del -3,4%, determinata da unacrescita organica del +2,4%, erosa da un impatto dei cambi del -2,0% e da un effetto perimetro del -3,8%.

Il brand Campari ha registrato una crescita del +2,0% a cambi costanti (+1,3% a cambi effettivi). Le vendite di SKYY sono cresciute del +11,1% a cambi costanti (+4,1% a cambi effettivi). Aperol ha confermato il proprio trend di eccellenza (+13,3% a cambi costanti); i brand brasiliani, nonostante un ottimo andamento dei consumi, sono stabili (-0,5% a cambi costanti e -0,8% a cambi effettivi) a causa della riduzione delle scorte attuata dai distributori alla fine dell’anno. CampariSoda ha registrato un calo del 6,3%. Glen Grant, pur in contrazione (-4,6% a cambi costanti), ha guadagnato quota di mercato nella categoria degli whisky in Italia.

Gli wine, che rappresentano il 16,7% del fatturato, hanno registrato una crescita del +4,1%, determinata da una crescita organica del +4,4%, da un impatto dei cambi del -0,6% e da una variazione perimetro del +0,3%. L’andamento positivo del segmento è da attribuirsi principalmente ai vermouth Cinzano (+9,5% a cambi costanti), ma crescono anche gli spumanti Cinzano (+1,5% a cambi costanti) e, negli still wineSella & Mosca e Teruzzi & Puthod.

soft drink, che rappresentano il 10,9% del fatturato, hanno registrato una variazione positiva del +0,6%, determinata unicamente dalla crescita organica, trainata da Crodino (+4,1%). La linea Lemonsoda ha registrato stabilità delle vendite, mentre le bibite e le acque minerali a marchio Crodo, caratterizzati da bassa marginalità, hanno registrato una contrazione.

Relativamente alla ripartizione geografica, nel 2008 è cresciuta l’Europa, che rappresenta il 22,6% delle vendite consolidate (+7,8%, +8,3% a livello organico), grazie al trend positivo in Germania, Russia e altri importanti mercati europei; è sceso leggermente ilmercato italiano (-1,5%), che rappresenta il 41,1% del business. Nell’area Americhe (che rappresenta il 31,5% del business), ilmercato USA è cresciuto del +5,9% a livello organico (eroso da un effetto cambi del -5,4% e una variazione di perimetro del -11,9%), mentre ha registrato una flessione il Brasile (-3,6% a livello organico), in quanto a un trend di consumi molto positivo ha corrisposto un rallentamento distributivo legato anche ad alcune significative variazioni intervenute nell’imposizione indiretta degli alcolici. E’ cresciuta (+4,0%, 5,1% a livello organico) l’area resto del mondo (che include anche le vendite duty free e rappresenta il 4,8% del fatturato).


CONCLUSIONI E OUTLOOK  2009

Per l’anno in corso le previsioni del Gruppo sono orientate a una giusta cautela e si focalizzano su obiettivi di contenimento dei costi, controllo del capitale circolante e generazione di cassa.

Il Gruppo, grazie alla forza dei propri brand, prevede un andamento positivo dei consumi. A meno di un ulteriore deterioramento dell’economia, si ritiene che il destoccaggio messo in atto in vari paesi dalla distribuzione negli ultimi mesi del 2008 possa attenuarsi. Infine, il Gruppo si attende una diminuzione nel costo delle materie prime e un andamento più favorevole dei tassi di cambio.


ALTRE DELIBERE

Dividendo. Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea, convocata per il prossimo 30 aprile 2009, la distribuzione di un dividendo di € 0,11 per azione (invariato rispetto allo scorso anno). Il dividendo sarà messo in pagamento a partire dal 21 maggio 2008, con esclusione delle azioni proprie in portafoglio, previo stacco cedola numero 5 il 18 maggio 2008. Azioni proprie. Il Consiglio di Amministrazione ha approvato la relazione all’Assemblea relativamente alla delibera di autorizzazione all’acquisto e/o all’alienazione di azioni proprie finalizzate principalmente a servire i piani di stock option. L’autorizzazione viene richiesta per l’acquisto e/o l’alienazione di azioni che, tenuto conto delle azioni proprie in portafoglio, non superino il 10% del capitale sociale. L’autorizzazione viene richiesta sino al 30 giugno 2010. Il corrispettivo unitario per l’acquisito e/o l’alienazione non sarà inferiore del 25% nel minimo e superiore del 25% nel massimo al prezzo medio di riferimento registrato dal titolo nelle tre sedute di borsa precedenti ogni singola operazione di acquisto.

Stock option. Il Consiglio di Amministrazione propone all’Assemblea di approvare un piano di stock option ai sensi dell’articolo 114-bisTUF, predisposto in conformità al Regolamento per l’attribuzione di stock option approvato dal Consiglio di Amministrazione del 18 marzo 2009, in sostituzione del precedente Piano-quadro del 2 maggio 2001. Nei termini di legge si provvederà alla pubblicazione del relativo Documento informativo ai sensi dell'articolo 84-bis del Regolamento Emittenti.

* * *

CONFERENCE CALL

Si informa che alle ore 17:00 (CET) di oggi, mercoledì 18 marzo 2009, si terrà una conference call durante la quale il management di Campari presenterà ad analisti, investitori e giornalisti i risultati del 2008. Per partecipare alla conference call sarà sufficiente comporre uno dei seguenti numeri:

  • dall’Italia 800.785.165 (numero verde)
  • dall’estero  +39 02 6968 2742
  • Codice di accesso: 518758#

Le slide della presentazione potranno essere scaricate prima dell’inizio della conference call dalla Investor Relations homepage del sito Campari.

Una registrazione della conference call sarà disponibile a partire da giovedì 19 marzo 2009 a giovedì 26 marzo 2009 chiamando ilnumero +44 20 713 69233 (codice di accesso: 33018523#).

* * *

Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari di Davide Campari-Milano S.p.A., Paolo Marchesini, attesta - ai sensi dell’articolo 154 bis, 2 comma, TUF (D. Lgs. 58/1998) - che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

* * *

Per accedere alla versione completa del comunicato, clicca sul link in basso

Data di pubblicazione: 
18 mar 2009
Share/Save
Ultima modifica 27 mag 2013